Blog: http://circolo2dicembre.ilcannocchiale.it

Daniela, pur essendo in Florida...

Scarica l'allegato originale

                Al Presidente del Consiglio Comunale

Pistoia, 2.11.08       Al Sindaco

                                          Al Segretario Generale 
 
 
 

                              INTERPELLANZA

               

OGGETTO: Perdita d’acqua in Biblioteca.  
 

Preso atto che nei giorni scorsi, all’arrivo delle prime piogge autunnali,  è cominciato a piovere anche dentro alla Biblioteca Sangiorgio, provocando una pozza centrale di un diametro di circa due, tre metri; 

Considerato che oltre all’infiltrazione dal tetto, l’acqua colava continuamente anche dalle pareti interne dell’atrio centrale,  ingrossando la pozza centrale, generando pericolo di guasti e cortocircuiti, data la vicinanza dei computer e dei cavi elettrici e conseguentemente pericolo e rischi di danni ai giovani che lì si trovavano per studiare; 

Visto che questo tipo di problema non è nuovo, ma si era già verificato in passato: sarà capitato anche a voi se frequentate la biblioteca, di vedere dei secchi in mezzo all’atrio per raccogliere la pioggia; 

                        si interpella le SS.VV. 

per sapere come mai una biblioteca nuovissima per la quale sono stati spesi circa 14 mln di euro tra costruzione e arredamento, più 300.000 euro per l’inaugurazione,per la quale è stato fatto un battage pubblicitario senza eguali, (dato che eravamo anche in campagna elettorale), presenti questi grossi problemi; 

come mai non si sono fatte le cose in regola, non solo non si sono rispettati i parametri per il consumo dell’energia, ma non ci si è preoccupati nemmeno che il tetto non perdesse, e nemmeno ci si è preoccupati di imbiancare con perizia; 

come mai  avvicinandosi alla Biblioteca, si comincia già a vedere come questa sia in uno stato di abbandono, sembra un edificio trascurato, comunque non finito, cosa che si riscontra non solo all’esterno, dove basta una pioggia per allagare l’area circostante, e dove si raccolgono anche rifiuti; ma anche all’interno dove ci sono già  muri scrostati, infissi sciupati, forse scadenti o fatti da incapaci e  segni di trascuratezza.  

Come mai, se  si va tanto orgogliosi di questa biblioteca, come si dovrebbe essere, al di là degli sprechi che ormai sono stati fatti, se rispettasse il suo progetto; come mai così tanto orgoglio non spinge le SS.VV. a porre rimedio al più presto ai danni pratici, materiali e d’immagine che ne sono derivati?  

Nell’attesa di una risposta, porgiamo distinti saluti.


Daniela Simionato

cruppo consiliare Forza Italia  PDL
 
 
 
 
 
 
 
 

Pubblicato il 19/11/2008 alle 19.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web